(22) Il Samaritano: dal dormitorio alla casa

2016, Nov 14 | Notizie, Racconti dai Soci, Storie, Video

samaritano
Shares
La Caritas Diocesana VeroneseCooperativa Sociale “Il Samaritano” nasce nell’ottobre 2006 per volontà della Conferenza Episcopale Italiana, come segno del IV Convegno Ecclesiale tenutosi a Verona, con il mandato di essere “un luogo nel quale offrire alle persone senza dimora una speranza che ha il volto degli figli della Chiesa Veronese” (Card. Camillo Ruini, Presidente della CEI; 4 ottobre 2006). La Casa di Accoglienza “Il Samaritano” sin dall’inizio non si è mai configurata come un “dormitorio”, ma “nasce con l’obiettivo di realizzare percorsi di reinserimento sociale e ridare quindi “diritti di cittadinanza” a persone che per molteplici motivi hanno perso ogni riferimento sociale. Da qui, l’idea di “Casa Solidale”, che nasce nel 2010 e ha come obiettivo di consegnare oltre una soluzione abitativa e un lavoro agli ospiti del dormitorio che hanno accettato il percorso di re-inclusione sociale, anche un’occasione per sfuggire alla solidarietà. Un nuovo modo di pensare l’Housing First che prevede la costruzione di uno spazio abitativo in cui la persona possa risiedere con la dignità che merita, con una propria autonomia, ma che possa anche accedere ad una rete sociale di supporto e a iniziative finalizzate all’integrazione con la città. Lo scorso anno la casa di accoglienza ha subito una ristrutturazione, divenendo “più una casa che un dormitorio”. Infatti sono stati ridotti i posti letto a disposizione, che da 42 sono diventati 34, ma sono aumenta i mini appartamenti per l’Housing First. Piccoli moduli abitativi, con camera e bagno, in grado di offrire una nuova intimità e un nuovo senso di casa a chi li occupa. Roberto è uno di questi, e nel video ci racconta una piccola parte del suo percorso.

Contattaci

10 + 3 =

Sostieni anche tu la campagna

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This

Condividi

Io sono con #HomelessZero